Tutti conoscono il termine “disobbedienza civile” o almeno tutti l’avranno sentita nominare almeno una volta nella propria vita. Solitamente il termine “Disobbedienza civile” viene associato a fatti di particolare interesse pubblico o sociale regolamentati dalla legge ma che in alcuni casi limite, malgrado la legge si esprima in maniera chiara e precisa essi potrebbero in qualche modo ledere il buon senso o addirittura la sensibilità del singolo o della collettività. Tra i più celebri e più recenti potremmo sicuramente citare il caso di disobbedienza civile attuata dall’On. Marco Cappato per il caso di aiuto al suicidio assistito nei confronti di Fabiano Antoniani, meglio noto come DJ Fabo, un uomo rimasto tetraplegico e non vedente in seguito a incidente stradale.

Non eravamo però abituati a vedere il termine “Disobbedienza Civile” associato ad un caso di violazione di una legge che di fatto aumenta il livello di trasparenza degli amministratori verso i propri elettori. E’ ormai nota da alcuni giorni la battaglia intrapresa dai Consiglieri Ludovico Viviani (Ass. All’ambiente e Vicesindaco e Andrea Pellegrino presidente del Consiglio Comunale del comune di Menfi) nei confronti della ormai nota Legge Fava dell’Ottobre 2018 approvata dall’Assemblea Regionale Siciliana che impone a tutti gli amministratori di dichiarare la loro appartenenza o meno a logge Massoniche. Va precisato che gli articoli con le dichiarazioni di non appartenenza a logge massoniche di alcuni consiglieri comunali rimbalzati tra le varie testate locali nelle settimane scorse non corrispondono al numero totale dei consiglieri che hanno di fatto depositato la loro dichiarazione in quanto gli articoli pubblicati sono stati diramati tra gli organi di stampa dagli stessi consiglieri comunali che evidentemente ritenevano di dover informare l’intera comunità. Mancano alla data odierna le dichiarazioni di altri due consiglieri Comunali di maggioranza e di opposizione: Andrea Alcuri e Leonardo Gagliano.

Ma veniamo ai nostri Disobbedienti Civili: i consiglieri Viviani e Pellegrino. L’appartenenza ad una loggia Massonica potrebbe di per se essere un fatto riguardante esclusivamente la sfera privata, ma così non è nel momento in cui oltre ad essere un privato cittadino si hanno anche degli incarichi istituzionali. In questo caso, la trasparenza verso i propri elettori dovrebbe essere una condicio sine qua non per rivendicare la limpidezza del proprio curriculum e la trasparenza dei propri obiettivi nei confronti della comunità di cui si è amministratore. Nel caso dei due consiglieri Viviani e Pellegrino, entrambi avvocati e quindi entrambi uomini di legge, il fatto è di una gravità assoluta, ulteriormente aggravato dalle dichiarazioni dei due consiglieri:

Dichiara L’Ass. Viviani: “Ho agito in ossequio alla costituzione Italiana. E’ una legge discriminatoria contraria alla tutela dei diritti di associazione. Ci sono cose più importanti nell’amministrare una città”

Con questa dichiarazione, l’ass. nonché Avvocato spiega alla Comunità Menfitana che a suo modo di vedere, se una legge non è di nostro gradimento non siamo tenuti a rispettarla. Inoltre, si erge al ruolo di difensore dell’intera categoria privilegiandola come interlocutore primario rispetto alla comunità Menfitana. A questo punto, visto che l’Ass. Viviani ha deciso di portare avanti la sua battaglia personale contro la famigerata legge Fava che a suo dire: discrimina i diritti degli associati, chiediamo di informare a mezzo stampa i cittadini Menfitani circa la sua appartenenza a qualsiasi loggia Massonica. Inoltre, visto che qualche consigliere di Maggioranza particolarmente zelante ha ritenuto di arricchire la propria dichiarazione di non appartenenza ad alcuna loggia massonica estendendo anche la dichiarazione ai propri familiari, se l’Ass. Viviani può vantare la stessa limpidezza in curriculum, chiediamo di informare la comunità anche su di essi. E qualora volesse superare il collega consigliere di Maggioranza in trasparenza, potrebbe anche aggiungere il suo particolare giudizio sulla Massoneria e sulle ripercussioni che la sua presenza ha sul libero voto dei cittadini. L’opinione dell’Ass. Viviani ha un peso di primario ordine in quanto lo stesso Assessore è stato anche il primo degli eletti alle passate amministrative.

Ovviamente le stesse domande sottoposte all’Ass. Viviani sono in egual misura estese anche ai Consiglieri comunali disobbedienti o inadempienti Pellegrino, Alcuri e Gagliano.

Da sempre, noi del Movimento 5 Stelle ci siamo battuti per l’estromissione degli associati a logge massoniche dall’amministrazione della cosa pubblica. La massoneria non è un’associazione culturale né tanto meno un circolo filantropico. La massoneria è un vero e proprio comitato di interessi i cui obiettivi non coincidono quasi mai con gli obiettivi di una comunità. Essere informati sull’appartenenza a logge massoniche dei nostri amministratori è di fondamentale importanza per l’intera comunità in quanto questa potrebbe meglio comprendere le finalità di certe scelte che gli amministratori fanno a nome e per conto dei cittadini. Il fatto in questione a nostro avviso è di una gravità inaudita e dovrebbero far riflettere le parole usate dai due consiglieri, principalmente dall’Ass. Viviani, confrontandole con i suoi risultati elettorali. A nostro modo di vedere le cose, chi non ha nulla da nascondere non ha alcun interesse a sollevare il dubbio dell’opinione pubblica sulla propria persona. In qualità di Assessore in questo momento più in vista dell’intera Amministrazione, spesso grazie ai social che consapevolmente danno un eccessivo risalto alle sue imprese di Assessore multitasking con il dono dell’ubiquità dovrebbe essere lui stesso a rivendicare la sua totale estraneità alla Massonerie e alle sue dinamiche.

Siamo sicuri che pur portando avanti la sua personalissima battaglia contra la legge Fava, l’Ass, Viviani sarà felice di rendere conto all’intera comunità sulle sue relazioni con la massoneria e le sue personali opinioni su di essa.

 

By menfi5stelle, 30/12/2018 Condividi su Twitter Condividi su Facebook Commenta (0)

Articoli recenti:

Commenta:

Se è la prima volta che commenti un post su Menfi5Stelle.it, quando cliccherai sul pulsante “posta come” ti verrà chiesta un’iscrizione semplice e gratuita, che potrai effettuare utilizzando uno dei tuoi account Facebook, Twitter, Google o Yahoo. I commenti sono liberi, senza moderazione da parte degli amministratori del sito, a condizione che chi scrive sia bene identificabile con nome, cognome e possibilmente una foto di riconoscimento ( leggi Termini e Condizioni di Utilizzo ).
Menfi 5 Stelle è anche qui. Seguici!
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Guarda le nostre foto su Flickr Guarda i nostri video su YouTube Contattaci via Email
L'attività politica del M5S
Informati, Divulga, Partecipa
PROPONI LE TUE IDEE PER MENFI
Prendi parte al gruppo di lavoro "PROponi il tuo PROgramma" insieme ad altri attivisti menfitani
ISCRIVITI AL MEETUP REGIONALE
Eventi, discussioni, proposte: entra a far parte della grande squadra del M5S Sicilia
SCRIVI CON NOI LE LEGGI ALL'ARS
Unisciti ai nostri portavoce all'Assemblea Regionale e a centinaia di attivisti siciliani per portare avanti le nostre proposte in regione
ISCRIVITI AL MOVIMENTO 5 STELLE NAZIONALE
Condividi le tue idee con i 500mila iscritti del MoVimento, scegli i candidati alle elezioni, proponi la tua candidatura
SCRIVI CON NOI LE LEGGI IN PARLAMENTO
Con il "Sistema Operativo M5S" puoi confrontarti con migliaia di cittadini per scrivere le leggi da presentare in Parlamento
GUARDA LA RUBRICA "5 GIORNI A 5 STELLE"
Rimani aggiornato sull'attività settimanale del M5S in Parlamento guardando il nostro TG online. Condividi i video sui tuoi social.
Video in Evidenza
  • comizio 26 5 2013 2 parte

  • Intervento in aula di Stefano Zito seduta del 9 Giugno 2015

  • Alfonso Bonafede (M5S) Otto e mezzo - Integrale

  • #RedditodiCittadinanza, l'Istat conferma la proposta del MoVimento 5 Stelle

I link importanti
Archivio

Consulta l'archivio dei nostri articoli:

  • Articoli del 2019 (6)
  • Articoli del 2018 (2)
  • Articoli del 2016 (7)
  • Articoli del 2015 (17)
  • Articoli del 2014 (35)
  • Articoli del 2013 (107)
  • Articoli del 2012 (32)
  •